WEINE IN KALABRIEN

Wer kennt Kalabrien als „Land der unzähligen Traubensorten“? Sicher nur wenige, doch …

Alzi la mano chi conosce la  Calabria come la “regione dalle molte uve”! Pochi immagino. La realtà è che sono davvero numerosi i vini e i vitigni autoctoni che si tramandano dal passato.

La grande diversità della viticoltura in Calabria sta nella sua forma di penisola ricca di monti e pianure, stretta e lunga, con il mare abbastanza vicino da una costa all’altra (Ionio e Tirreno). Ne risulta un ambiente fertile e particolarmente favorevole alla coltivazione di viti molto diverse fra loro. Anticamente la Calabria era nota come Enotria e cioè “terra dei vigneti”, dal greco “oinos” ovvero vino. Perciò se si coltiva la vite da queste parti è tutto regolare.

Quando uno pensa alla Calabria del vino l’associazione con il Cirò e quindi vino rosso è automatica, ma questa regione offre anche piacevoli sorprese sull’altro fronte, con una serie di vini bianchi le cui potenzialità sono ancora parzialmente inespresse. Il ricordo di una Calabria vinicola approssimata e poco incline alle novità agronomiche e tecnologiche è ormai un ricordo che appartiene al passato.

La provincia di Vibo Valentia segnatamente l’area del monte Poro, produce sin dall’antichità vini pregiati ma artigianali quindi poco conosciuti ai palati più fini.
Il gusto del vino ottenuto da questa zona è inconfondibile, esso trae questa qualità dal mix sole, mare, aria pulita, fertilità del terreno, microclima adatto alla vite.

This post is also available in: Englisch Italienisch