DIE WEINE VON TROPEA

Der „Zibibbo“, der „Magliocco“, „Malvasia“, „Greco“, „Aglianico“ und „Olivella“: die Vielfalt der Traubensorten und Weine kennt keine Grenzen….

Lo Zibibbo, il Magliocco, la Malvasia, il Greco,l’Aglianico, l’Olivella: varietà di uve che in questa zona danno un vino bianco e rosso che si caratterizza per delle proprie peculiarità e che si identifica con il nome delle varie località.

Limbadi è una delle capitali del vino: quello che prende il suo nome è rosa-rubino, sapore asciutto con vena amarognola, da tutto pasto, ed è prodotto con uve Magliocco al 50%, integrate da Grecorosso, Montonico, Bordeaux e alcune parti di uve bianche; poi c’è lo Zibibbo, prodotto con uve passite del vitigno omonimo. Questi vini sono i più rinomati, anche se non conosciuti come i classici vini calabresi, e acquistabili presso numerose aziende e fattorie.

Ma ogni paese ha un proprio vino, spesso di qualità eccellente: Brattirò, Parghelia, Coccorino, Longobardi, Zambrone con il suo famoso Zibibbo. Ma soprattutto Monterosso Calabro, dove si può gustare l’ottimo Vinciguerra, un vino generoso che ricorda il Mangiaguerra della Storia naturale dei vini di Andrea Bacci, il medico di Sisto il quale vanta anche la bontà dell ‘Aglianico, anche esso prodotto in queste zone.

E c’è anche il Cafaro, prodotto con uve Magliocco. Circeo rossa e bianca, Mantonico, nella zona di Nicotera. Ha colore rosso rubino, sapore asciutto e sapido. Può invecchiare diversi anni. È ottimo per accompagnare le carni rosse e la cacciagione. Del resto, la produzione del vino in queste zone è attestata da testimonianze tangibili: a Pannaconi, in località Grancara, ad esempio, è visitabile la “pars rustica” di una villa romana in cui è presente una vasca per la spremitura dell’uva e nelle vicinanze sono visibili l resti di un deposito per la conservazione del vino. Questi vini e molti altri che non abbiamo citati rappresentavano nel passato una ricchezza per tutti gli abitanti e hanno contribuito a far lavorare moltissime persone.

Possiamo concludere dicendo che le tradizioni e le culture calabresi, che si sono fuse nel corso dei secoli, retaggio delle numerose dominazioni che si sono succedute nel corso dei secoli, anche nell’arte della produzione del vino, vengono custodite gelosamente.

This post is also available in: Englisch Italienisch